Ridefinire l’immagine del proprio marchio in 10 semplici passaggi

Quando hai avviato la tua nuova attività, probabilmente hai creato in tutta fretta un logo, qualche biglietto da visita e una serie di dépliant per farti conoscere, ma ora hai la possibilità di crescere. Ed è il momento giusto per rendere più professionale il modo in cui ti fai pubblicità.

Tantissime attività in crescita incontrano difficoltà nella progettazione del proprio materiale promozionale. Può non essere così semplice capire cosa funziona meglio e, spesso, i titolari ritengono che i loghi e la creazione di un marchio siano un’esclusiva delle aziende di grandi dimensioni.

Un'attenta progettazione del proprio materiale per il marketing rappresenta un aspetto fondamentale per far crescere un’attività, poiché le confezioni, il materiale promozionale in negozio e l'aspetto di un sito web aiutano i clienti a riconoscere i prodotti che acquistano. E questo vale per le aziende di qualsiasi dimensione.

Nel corso di questo articolo, ti presentiamo una procedura con dieci semplici passaggi che ti aiuterà a dar vita alla tua attività grazie alla progettazione del materiale per il marketing. Dopo aver letto l'articolo, avrai a disposizione tutti gli elementi per ridefinire l'aspetto del tuo marchio, poiché avremo individuato insieme una soluzione in grado di adattarsi alla perfezione ai valori e ai messaggi unici della tua impresa.

Samantha Worsey, titolare della Southsea Bathing Hut, ha appena fatto lo stesso per la sua linea di saponi. Per semplificarti le cose, vedremo in che modo Samantha ha svolto alcune parti dell'esercizio.


1. Fatti una domanda fondamentale riguardo alla tua impresa e ai tuoi prodotti

Perché la tua attività è così importante per te? È una domanda abbastanza semplice, ma non hai idea di quanti titolari abbiano difficoltà ad articolare la loro risposta.

Prima attività:

  • fatti quella domanda. Prendi nota di qualunque cosa ti venga in mente.
  • Dopodiché, chiediti quali pensi siano i punti di forza della tua attività. Aggiungi questi elementi all’elenco.
  • Quindi metti da parte le risposte (ne avrai bisogno fra un po').

2. Esamina la concorrenza

Ora è il momento di parlare di concorrenza. La nostra prossima attività riguarda l'individuazione di alcuni dati oggettivi del settore in cui operi.

Seconda attività:

  • fai un elenco dei punti di forza della tua concorrenza. Prendi nota di qualunque cosa ti venga in mente.
  • Dai nuovamente uno sguardo all’elenco della prima attività e cancella tutti i punti in qui la concorrenza ha la meglio.
  • Dovrebbe restarti una lista di elementi per cui la tua attività è unica e migliore delle altre.
  • Potresti aggiungere delle aree in cui sai che la concorrenza va meglio attualmente, ma in cui speri di batterli in futuro introducendo nuove idee.
  • Metti quindi da parte questo elenco.

"È fondamentale stare al passo con la concorrenza costituita da aziende di ogni dimensione, dalle startup alle imprese più grandi. Le startup hanno tante nuove idee da prendere in considerazione, mentre è molto utile apprendere dalle imprese più importanti e note come comunicare in modo chiaro con la clientela e favorire la crescita."


3. Scopri di più sui tuoi clienti

Può succedere, è ovvio, che la tua attività non interessi a tutti, ma se riesci a comprendere cosa amano i tuoi clienti, perché acquistano i tuoi prodotti e a quale categoria di persone appartiene la tua clientela, potrai stabilire un rapporto proficuo e duraturo con chi è interessato ai servizi o ai prodotti che offri.

Terza attività:

  • pensa a tutti quegli aspetti che, in tal senso, ti sarebbe utile conoscere dei tuoi clienti, ad esempio età anagrafica, sesso, reddito, abitudini di acquisto, atteggiamenti generali, motivi per cui acquistano i tuoi prodotti e così via.
  • Stila un elenco, poi sottolinea i sette o otto punti più importanti.
  • Prepara un sondaggio con domande semplici che ti aiuteranno a raccogliere le informazioni individuate al punto B. Potrebbe essere una buona idea utilizzare domande a risposta multipla.
  • Ecco un esempio:
    Quale di questi fattori descrive meglio il motivo per cui compri il prodotto X?

    • Prezzo
    • Qualità del prodotto
    • Le condizioni di produzione (ad esempio, prodotto in Italia, prodotto etico, ecc.)
    • Altro (specifica...)
  • Poni ai tuoi clienti queste domande via e-mail, online o di persona.
  • Ecco alcune opzioni:

    • Utilizza uno strumento per la creazione di sondaggi online e invia il tuo questionario ai clienti
    • Sempre con lo stesso strumento, inserisci una versione del sondaggio anche sul tuo sito web
    • Oppure rivolgi le domande di persona direttamente ai clienti
  • Una volta raccolte le risposte, prendi nota di due elementi chiave: 1) tipologia di persone che acquistano i tuoi prodotti; 2) motivi per cui li apprezzano.
  • proprio come hai fatto prima, tieni da parte quello che hai scritto: ti servirà dopo.

"All'inizio volevo che tutti acquistassero i nostri prodotti, ma è una cosa impensabile. Quindi ho deciso di parlare con i clienti, somministrando loro opportuni sondaggi che mi hanno aiutato a entrare nella loro psicologia.”

"In questo modo abbiamo potuto capire chi erano i nostri clienti, perché ci avevano scelto e dove effettuavano acquisti e abbiamo di conseguenza creato comunicazioni più efficaci e in linea con le preferenze dei destinatari."

Dopo aver capito che i suoi clienti avevano denaro a disposizione ma erano anche interessati alla propria salute e ad acquistare articoli locali, Samantha è riuscita a migliorare la sua pubblicità mirata. Riusciresti a raccogliere, come ha fatto Samantha, informazioni sulla tua clientela e sugli aspetti che i clienti amano dei tuoi prodotti?


4. Scopri cosa dicono su di te i clienti

Ora che sai cosa piace alla tua clientela, è il momento di conoscere le opinioni del resto del mondo grazie alla stampa o alle opinioni pubblicate online.

Quarta attività:

  • recupera tutti gli articoli di giornali o riviste che parlano della tua attività.
  • Usa Google per cercare nella sezione “Notizie” e trova qualsiasi articolo rilevante.
  • Su Twitter, Facebook, LinkedIn, altri canali social e siti di recensioni online, cerca il tuo nome, la tua ragione sociale e i nomi dei tuoi prodotti per trovare i riferimenti che ti riguardano.
  • Con queste informazioni, crea un elenco di temi ricorrenti quando si parla di te e mettila da parte: ci servirà più tardi.

5. Stabilisci i valori della tua attività

Finora, abbiamo raccolto informazioni sulla tua attività, sulla concorrenza e su quello che pensano i tuoi clienti. È ora di utilizzare questi dati. Lo faremo con un esercizio mirato a creare una serie di valori chiave della tua attività.

Quinta attività:

  • utilizzando l'elenco creato durante la seconda attività e quanto appreso durante le terza e quarta attività, stila l'elenco di tutti i punti di forza della tua impresa. L'elenco (che potrebbe essere lungo) dovrebbe includere diversi elementi, fra cui i motivi per cui ami il tuo marchio, le ragioni per cui piace ai tuoi clienti ma non solo, e cosa ti distingue dalla concorrenza.
  • Cerca quindi di snellire la lista Seleziona quattro sentimenti fondamentali che meglio rappresentano l’essenza della tua attività.
  • Questi saranno i tuoi quattro valori principali.

6. Crea un messaggio chiave

Il materiale pubblicitario trasmette messaggi importanti al pubblico sui valori di un marchio, ecco perché è così importante progettarlo al meglio. Quando Samantha ha dato vita alla sua attività nel 2015, era molto preoccupata di perdere importanti occasioni commerciali, pertanto ha scelto di non perfezionare il suo messaggio. Ha cambiato idea molto presto.

Sesta attività:

  • Utilizzando i valori stabiliti nell’attività precedente, crea tre o quattro messaggi che riguardano la tua impresa. Ciascun messaggio dovrebbe essere composto da una o due frasi in grado di riflettere i valori che hai determinato.
    Non è affatto facile e può essere una buona idea iniziare dalla breve definizione di Samantha, in cui vengono illustrati molto chiaramente ma in modo succinto i valori a cui si ispira.
  • Una volta che hai scritto questi messaggi, scegli il migliore.
  • Congratulazioni! Scegliendo un messaggio, hai finalmente a disposizione una breve definizione della tua azienda da utilizzare all'occorrenza e un messaggio da usare nel tuo materiale promozionale.

"La preoccupazione di molti è quella di non comunicare con esattezza ogni piccolo dettaglio relativo alla propria attività e di non includere proprio quell'elemento che avrebbe invece attratto i clienti. Questo non aiuta. Molto meglio essere chiari e concisi", confessa Samantha.

"Se oggi qualcuno mi chiedesse come definirei in poche parole la mia attività, direi che si tratta di un'azienda di prodotti naturali per la cura della pelle provenienti dal mare, creati a mano in sede e in piccoli quantitativi, senza l'impiego di additivi e altro."

Per seguire il consiglio di Samantha, è necessario individuare un messaggio unico e personalizzato in base alle peculiarità della tua azienda. È arrivato così il momento di passare alla prossima attività:


7. Crea raccolte di immagini

Finora ci siamo concentrati sull'individuare gli aspetti importanti del tuo marchio. Il prossimo passo è utilizzare tutto il lavoro fatto e iniziare a tradurlo in contenuti visivi.

Settima attività:

  • prendi la lista di punti chiave creata all’inizio della quinta attività e cerca ciascun termine su Google.
  • Per ognuno, clicca sulla sezione “Immagini” e salva i risultati per creare una raccolta di immagini appropriata per ciascuno dei tuoi termini.
  • Usa quindi Google per cercare delle immagini relative alla tua concorrenza, i loro prodotti, i loro materiali promozionali e crea un’altra raccolta.
  • Ripeti questo processo per cercare delle immagini di prodotti in categorie simili a quelle dei prodotti che produci, quindi di prodotti che condividono i valori del tuo marchio.
  • Salva queste quattro raccolte di immagini.

8. Fai una ricerca sullo stile da usare per le tue comunicazioni

Dopo aver stabilito gli elementi visivi da utilizzare per la progettazione, dovrai mettere in pratica quanto appreso finora e riflettere sullo stile da impiegare.

Ottava attività:

  • come per la ricerca delle immagini durante l’attività precedente, usa Google per cercare le tue parole chiave, prodotti in categorie simili o prodotti che condividono i valori del tuo marchio.
  • Prendi nota del tipo di parole utilizzare nella promozione di questi prodotti e nel modo in cui viene comunicato il messaggio (il tono è spensierato? Formale? Amichevole? Raffinato? Professionale? O rilassato?).

"...l'importante è essere chiari e amichevoli. Un avvocato, però, potrebbe pretendere un tono più formale e professionale."


9. Metti tutto assieme

Ecco fatto, ti abbiamo mostrato tutto quello che riguarda il processo di creazione del marchio. Proprio come Samantha, hai a disposizione tutto il materiale di cui hai bisogno per tradurre i tuoi valori e messaggi in un prodotto tutto nuovo.

In che modo Samantha ha utilizzato tutte le informazioni che ha raccolto?

Dopo aver impiegato una procedura simile per il branding della Southsea Bathing Hut, Samantha ha modificato biglietti da visita, sito web e pubblicità sui social network. Così facendo, ha creato un nuovo aspetto per il suo marchio: ha rimosso il testo eccessivamente descrittivo per alleggerire l’impatto visivo e ha iniziato a utilizzare scene naturali, luminose e pure, integrandole con parole legate a questi temi.

Inoltre, Samantha ha cominciato a usare immagini completamente diverse rispetto a prima, ponendo se stessa al centro dell'identità della sua attività. Analizzando le aziende concorrenti di maggiori dimensioni, Samantha ha scoperto che queste imprese sceglievano di porre il titolare in bella mostra sui vari prodotti promozionali. Ha quindi deciso di adottare una strategia simile per la sua identità visiva.

Attività 9 (non preoccuparti, è molto rapida):

Riunisci:

  • I valori unici della tua attività
  • Il messaggio chiave (o una breve definizione) che riassume in maniera concisa la tua attività
  • Le raccolte di immagini relative a tutti gli approfondimenti fatti su clienti e concorrenza
  • La raccolta di parole relative alle riflessioni fatte sul tono di voce da usare per i tuoi messaggi

10. Inizia il lavoro di design

Hai creato una serie di documenti che mostrano la solida identità del tuo marchio; ora è il momento di pensare all'aspetto che desideri conferire al tuo brand.

Quindi, ultima attività:

  • Includi i documenti raccolti nelle istruzioni e i materiali di riferimento che darai a un designer per creare il nuovo look (potrebbe interessarti questo articolo: 5 consigli utili per lavorare con i designer).
  • Oppure:

  • Usa i materiali raccolti come punto di partenza per sviluppare da te il design.
  • Analizza attentamente le tue immagini, scartando a mano a mano quelle che non preferisci e/o che non sono in linea con i tuoi valori o con il tuo messaggio.
  • Fai lo stesso con la raccolta di parole relative al tono di voce.
  • Ripeti i passaggi C e D finché non avrai un gruppo ristretto di immagini e parole da cui potrai trarre ispirazione e iniziare la creazione del nuovo look.

Saremmo felici di sapere come procede. Se vuoi, condividi le tue creazioni sulla nostra pagina Facebook.

Articoli correlati

Cinque suggerimenti utili per collaborare con un designer professionista

Scopri come aiutare un esperto di design a realizzare i tuoi sogni.
Leggi tutto

Come costruire un piano di marketing

Scopri come la creazione di un piano di marketing efficace è una delle cose più importanti che puoi fare per la tua azienda.
Leggi tutto